Loeb il “Cannibale” re di Alba.

Alba (CN), 28 luglio 2019  – Un Rally di Alba dal sapore internazionale: vincono Sebastian Loeb e Daniel Elena con la Hyundai i20 WRC Plus, schierata dal team Hyundai Motorsport, precedendo al traguardo di piazza Michele Ferrero, i francesi Sarrazin e Renucci con la Hyundai i20 R5. Sul terzo gradino del podio salgono Luca Pedersoli e Anna Tomasi, con la Citroen Ds3 Wrc. Vincono soprattutto i tanti sportivi che hanno seguito la tredicesima edizione dell’evento e gli stessi organizzatori della Cinzano Rally Team. 

Pronostico della vigilia rispettato per il 13° Rally di Alba. L’equipaggio dei nove volte campioni del mondo , il francese Sebastien Loeb e il monegasco Daniel Elena sulla Hyundai i20 Coupe Wrc ad Alba per fare un test agonistico con la vettura che userà nel gara mondiale in Germania, ha dominato vincendo tutte le prove speciali, affrontando tutte le possibili condizioni climatiche dall’acquazzone del mattino all’asfalto umido per finire sull’asciutto dei due passaggi sulla prova speciale di Santo Stefano Belbo.

Sul palco d’arrivo, scortato dagli sbandieratori e dai musici in costume medievale, Loeb sottolinea la somiglianza delle strade delle Langhe con quelle del Mondiale, rally di Germania in particolare “… ma qui il vino è più buono …” e il navigatore Elena evidenzia la soddisfazione per aver potuto provare in gara diverse condizioni meteo.

Si parla francese anche sul secondo gradino del podio con Stephane Sarrazin e Jacqua Julien Renucci in gara con la Hyundai i20 di classe R5. Fermo dal Montecarlo di inizio stagione prende in fretta confidenza con la vettura e si installa sulla piazza d’onore sin dalla prima speciale della domenica che si è corsa sotto la pioggia in condizioni davvero difficili. Sarrazin contiene il tentativo di rimonta degli italiani che lo inseguono e finisce con 2’05″0 di distacco da Loeb e con 29″2 di vantaggio sul Luca Pedersoli in gara con Anna Tomasi a bordo di una Citroen Ds3 Wrc. Il bresciano ottiene così punti importanti per il Campionato Italiano Wrc, che gli permettono di accorciare a un solo punto il distacco in classifica da Marco Signor, che ad Alba si è ritirato. Resta al comando della classifica della serie tricolore ACI Sport il lombardo Simone Miele, navigato da Roberto Mometti con la Citroen Ds3 Wrc, concludendo il Rally di Alba al quarto posto, staccato di 2’43″7 dal vincitore.

E’ stato un fine settimana intenso anche per gli organizzatori che si sono prodigati per superare le diverse condizioni avverse che si sono presentate, supportati dai corpi di Sicurezza, le Istituzioni e le strutture sanitarie del 118 che sono tempestivamente intervenute sabato mattina per assistere Marco Ravera, navigatore di Alessandro Gino che ha riportato una forte contusione al costato durante lo Shakedown nella zona di Cherasco, prima della partenza della gara e, poco più tardi una fotografa colpita da una pietra. La due giorni di gara è proseguita nel pomeriggio di sabato sotto la pioggia di un forte temporale, che ha indotto gli organizzatori a sospendere lo show del drifting ad Alba, previsto sullo stesso circuito sul quale in serata s’è poi regolarmente disputato RA Show. Frazione cronometrata d’apertura della gara, altamente spettacolare, seguita da moltissimi spettatori che oggi si sono riversati sulle strade tra i noccioleti e le vigne. Scoprendo borghi, castelli ed i più caratteristici angoli di Langa, da Roddino a Santo Stefano Belbo. Sportivi appassionati che, a fine di questa giornata tornata soleggiata e calda, hanno salutato i 125 concorrenti al traguardo di Piazza Michele Ferrero, ad Alba.