Gino controlla il vantaggio e vince in Rally di Alba

P.S. 6  Industrial Tecnica/Alba

Ulteriore conferma che ad Alessandro Gino non vanno a genio le prove spettacolo arriva dalla ripetizione pomeridiana del “circuito” allestito nella zona industriale di Alba che interrompe la striscia di successi parziale del leader della gara e lascia la prima casella della classifica di prova a Marco Colombi che precede di 9 decimi Mauro Miele e di 2”2 Luca Cantamessa.

Nell’assoluta Gino e la sua Fiesta sono sempre in testa con 17”9 di vantaggio su Colombi e 27”8 su Cantamessa.

 

P.S 7 Avigel/Igliano

C’è da fare conto con un po di tutto nel secondo passaggio sulla prova più lunga della gara, quella di Igliano: il caldo e la stanchezza ma soprattutto le gomme (ogni concorrente può usarne al massimo 10 per tutto il rally) e anche la tattica con una classifica che si va delineando.

Il leader Gino controlla e amministra, facendo segnare un tempo di circa 9 secondi più alto rispetto alla mattina mentre Cantamessa va all’attacco e vince la prova, infliggendo un risicato margine di 1”6 al capolista. Colombi mantiene la piazza d’onore, finendo terzo nella penultima speciale della gara.

L’assoluta dice, quindi: Gino davanti a Colombi per 19”4 e Cantamessa per 26”2. Quarto è Miele staccato di oltre un minuto.

Nel corso della Igliano si aggiunge alla lista dei ritiriati Rossetti, fermato da un guasto sulla sua Toyota.

 

P.S. 8 Biochemic/Murazzano

Tocca ad Alessandro Gino e Marco Ravera con la Ford Fiesta Wrc scrivere il loro nome nell’albo d’oro del Rally di Alba, giunto all’undicesima edizione. Sull’ultima prova speciale, però il successo parziale va a Marco Colombi e Angelica Rivoir (Skoda Fabia) che infliggono 2”3 a Gino. Luca Cantamessa e Lisa Bollito sono terzi, sia nell’ultimo tratto cronometrato che nella classifica finale. Saranno loro a salire sul podio allestito nel centro di Alba, in piazza Michele Ferrero, scortati dagli sbandieratori.